Salta al contenuto
Rss




All’ingresso del villaggio, a protezione delle sue case in pietra, sorge la cappella della Natività della Vergine che offre all’aspra e scura montagna antistante la sua facciata bianca, luminosa e ornata da delicate figure dipinte. La Madonna col Bambino e i santi Rocco e Nicola (a sinistra), Grato e Antonio (a destra) sono raffigurati nel riquadro disegnato sopra l’ingresso, realizzate dal pittore canavesano Antonio Sogno nell’ultimo quarto del XIX secolo. L’edificio risale tuttavia al secolo precedente. Il 14 febbraio 1727 Jean-André Vassoney e la moglie Anne-Marie Pitet istituirono un legato per una messa da celebrarsi il giorno dell’ottava della Natività della Vergine nella cappella di Outrelève non appena quest’ultima fosse stata benedetta. Dall’atto sembrerebbe di capire che non solo vi era l’intenzione di edificare un piccolo edificio sacro nel villaggio ma che l’avvio del cantiere fosse imminente se non addirittura già in atto. I lavori in ogni caso terminarono nei primi mesi del 1728 e la cappella poté essere benedetta il 20 maggio di quell’anno. Essa ebbe tuttavia vita breve: già una ventina d’anni dopo versava in pessime condizioni a causa dell’instabilità del terreno su cui sorgeva. Gli abitanti del villaggio decisero di ricostruirla non molto lontano su un terreno attiguo ma sicuro e, ottenuta l’autorizzazione vescovile, utilizzarono le pietre della vecchia costruzione per finire più velocemente la nuova. Il parroco Barthélemy Dalbard poté quindi benedire la nuova cappella il 12 giugno 1756 e celebrarvi la prima messa. Trent’anni dopo, nell’État de la Paroisse del 1786, essa è ancora in buone condizioni ad eccezione del pavimento vicino alla porta e dei “fossati” intorno alla cappella «qu’on doit travailler d’abord». L’arredo interno era tutto in buono stato e costituito da una piccola campana, un calice con la coppa d’argento dorato e il piede in ottone, una patena di rame dorato, una pianeta in seta di colore bianco e rosso, un camice con amitto e cordone, quattro tovaglie d’altare, un messale, un crocifisso, una statua della Vergine, i candelieri, le cartegloria e le ampolle; la messa veniva celebrata il 15 luglio. Delicata è la decorazione dell’interno, assegnabile anch’essa ad Antonio Sogno, con candelabre e volute sulle vele della volta dell’aula e teneri mazzi di rose, dalie, anemoni, convolvoli e garofani ad impreziosire la crociera del presbiterio. L’altare in legno policromo, in parte dipinto a finti marmi sui toni del blu e del verde, venne realizzato nel 1851 dallo scultore valsesiano Giacomo Molino. La mensa è rettangolare con al centro una cartella con ghirlande e reca sul fianco destro la firma dello scultore. L’alzata, posta sul doppio gradino, è caratterizzata da quattro colonne con capitelli ionici alternate a tre nicchie destinate a contenere altrettante statue, descritte dalle corrispondenti iscrizioni: al centro si trova la scultura della Vergine immacolata, mentre ai lati le statue di san Giuseppe e san Nicola sono oggi sostituite da opere in gesso raffiguranti san Giuseppe e sant’Antonio da Padova. Le due sculture lignee originali, databili alla seconda metà del XVIII secolo, sono conservate nel museo parrocchiale insieme ad altre statue ottocentesche provenienti sempre da Outrelève e raffiguranti i santi Rocco, Antonio, Giovanni Battista, Giovanni evangelista, Agnese e Barbara, un tempo poste sui gradini e sulla trabeazione dell’altare. Alla cappella appartengono inoltre un piccolo crocifisso ligneo di fattura popolareggiante, posto all’arco trionfale, due preziosi angeli inginocchiati dell’inizio del XVIII secolo, che ornavano verosimilmente l’altare settecentesco, due statuette devozionali in cera del Bambino Gesù e un cuscino in cuoio sbalzato, dipinto e dorato con una figura di angelo impressa, forse ricavato da un paliotto seicentesco.
TESTO TRATTO DAL VOLUME “BORDON R., TESORI DI FEDE A CHAMPORCHER, AOSTA 2015”. Tutti i diritti riservati.




Inizio Pagina Comune di CHAMPORCHER (AO) - Sito Ufficiale
Frazione Castello, 1 - 11020 CHAMPORCHER (AO) - Italy
Tel. (+39)0125.37106 - Fax (+39)0125.37278
Codice Fiscale: 81001550078 - Partita IVA: 00140070079
EMail: info@comune.champorcher.ao.it
Posta Elettronica Certificata: protocollo@pec.comune.champorcher.ao.it
Web: http://www.comune.champorcher.ao.it


|